.
Annunci online

TconZero
Ho abolito tutto il prima e tutto il dopo, fissandomi così sull'istante, nel tentativo di scoprirne l'infinita ricchezza.
 
 
 
 
           
       

 
12 maggio 2007


[Verse 1:]
You look like a perfect fit
For a girl in need of a tourniquet

[Chorus 1:]
But can you save me
Come on and save me
If you could save me
From the ranks of the freaks
Who suspect they could never love anyone

[Verse 2:]
'Cause I can tell
You know what it's like
The long farewell of the hunger strike

[Chorus 2:]
But can you save me
Come on and save me
If you could save me
From the ranks of the freaks
Who suspect they could never love anyone

[Bridge:]
You struck me dumb like radium
Like Peter Pan or Superman

[Chorus 3:]
You will come to save me
C'mon and save me
If you could save me
From the ranks of the freaks
Who suspect they could never love anyone
'Cept the freaks
Who suspect they could never love anyone
But the freaks
Who suspect they could never love anyone

[Chorus 4:]
C'mon and save me
Why don't you save me
If you could save me
From the ranks of the freaks
Who suspect they could never love anyone

Except the freaks
Who suspect they could never love anyone
Except the freaks who could never love anyone




permalink | inviato da il 12/5/2007 alle 20:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

5 maggio 2007


-2




permalink | inviato da il 5/5/2007 alle 15:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

5 maggio 2007


-2




permalink | inviato da il 5/5/2007 alle 15:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

5 dicembre 2006


Amo tutto ciò che è stato

Amo tutto ciò che è stato,
tutto quello che non è più,
il dolore che ormai non mi duole,
l’antica e erronea fede,
l’ieri che ha lasciato dolore,
quello che ha lasciato allegria
solo perché è stato, è volato
e oggi è già un altro giorno.

Fernando Pessoa




permalink | inviato da il 5/12/2006 alle 21:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

5 dicembre 2006


Abbiamo perso...

Abbiamo perso anche questo crepuscolo.
Nessuno ci ha visto stasera mano nella mano
mentre la notte azzurra cadeva sul mondo.

Ho visto dalla mia finestra
la festa del tramonto sui monti lontani.

A volte, come una moneta
mi si accendeva un pezzo di sole tra le mani.

Io ti ricordavo con l'anima oppressa
da quella tristezza che tu mi conosci.

Dove eri allora?
Tra quali genti?
Dicendo quali parole?
Perchè mi investirà tutto l'amore di colpo
quando mi sento triste e ti sento lontana?

E' caduto il libro che sempre si prende al crepuscolo
e come cane ferito il mantello mi si è accucciato tra i piedi.

Sempre, sempre ti allontani la sera
e vai dove il crepuscolo corre cancellando statue.
 

Pablo Neruda




permalink | inviato da il 5/12/2006 alle 21:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

9 ottobre 2006


oggi è il mio onomastico...e nessuno se ne è ricordato... :(




permalink | inviato da il 9/10/2006 alle 16:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

31 luglio 2006


"Si muero sobreviveme con tanta fuerza pura
que despiertes la furia del pàlido y del frìo,
de sur a sur levanta tus ojos indelebles,
de sol a sol que suene tu boca de guitarra.
No quiero que vacilen tu risa ni tus pasos,
no quiero que se muera mi herencia de alegrìa,
no llames a mi pecho, estoy ausente.
Vive en mi ausencia como en una casa.
Es una casa tan grande la ausencia
que pasaràs en ella a través de los muros
y colgaràs los cuadros en el aire.
 Es una casa tan transparente la ausencia
que yo sin vida te veré vivir
y si sufres, mi amor, me moriré otra vez."

"Se muoio sopravvivimi con tanta forza pura
che tu risvegli la furia del pallido e del freddo,
da sud a sud alza i tuoi occhi indelebili,
da sole a sole suoni la tua bocca di chitarra.
Non voglio che vacillino il tuo riso nè i tuoi passi,
non voglio che muoia la mia eredità di gioia,
non bussare al mio petto, sono assente.
Vivi nella mia assenza come in una casa.
E' una casa sì grande l'assenza
che entrerai in essa attraverso i muri
e appenderai i quadri nell'aria.
E' una casa  sì trasparente l'assenza
che senza vita io ti vedrò vivere
e se soffri, amor mio, morirò nuovamente."
Pablo Neruda




permalink | inviato da il 31/7/2006 alle 14:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

31 luglio 2006


:-) che bello...dover spiegare ad un farmacista Ceco, che non parla Inglese, che hai bisogno di comprare dei fermenti lattici!




permalink | inviato da il 31/7/2006 alle 11:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

31 luglio 2006





permalink | inviato da il 31/7/2006 alle 11:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

31 luglio 2006





permalink | inviato da il 31/7/2006 alle 11:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo

lascritturacreativa
musica
libri
archiwatch



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     dicembre